CATALOGO RICAMBI

 

TRW amplia la sua gamma di dischi freno con dischi compositi (semi compound disc)

TRW Aftermarket

Anche se l’attenzione dell’automobilista è oggi rivolta più ai propulsori ibridi, ai fari a LED o ai cruscotti digitali, sono proprio i componenti all’apparenza più semplici che risultano determinanti per la sicurezza dei passeggeri nelle situazioni di pericolo! Tra questi componenti rientra anche il disco freno.

I requisiti necessari per il disco freno crescono incessantemente. Il motivo è dovuto al fatto che sulle strade circolano auto sempre più potenti e veloci che nel corso degli ultimi decenni – a causa del continuo aumento delle funzioni di sicurezza e comfort – sono anche diventate più pesanti. Al giorno d’oggi occorre gestire e controllare energie di frenata estremamente più alte. Un parametro fondamentale è rappresentato da una gestione termica intelligente, perché un surriscaldamento del disco freno comporta una riduzione delle prestazioni dell’impianto frenante o addirittura un guasto totale. Per evitarlo, TRW impiega diversi metodi per ottenere una dissipazione mirata del calore, importante per impedire che il calore venga trasmesso ad altri componenti o al liquido dei freni. Per garantire il raffreddamento del materiale dopo una frenata, la distanza tra pastiglia e disco (il cosiddetto gioco del freno) deve sempre essere costante. A garantirlo sono tolleranze speciali e molto severe che devono essere rispettate durante la produzione dei dischi, grazie alle quali alla frenata successiva si ottiene di nuovo un’ottima risposta e la massima performance.

Per ampliare la propria gamma di prodotti, da oggi TRW aggiunge al suo programma dischi freno in due parti (semi compound disc), arricchendo così ulteriormente la sua vasta offerta di prodotti per il freno a disco.

Nella fase di lancio saranno inizialmente disponibili 24 riferimenti per vari modelli BMW. Il disco freno in due parti è formato da una parte centrale concava d’alluminio che tramite speciali spinotti d’acciaio è collegata all’anello di attrito in ghisa. Questa speciale combinazione permette una libera dilatazione termica, evitando che il disco freno si deformi a causa delle sollecitazioni termiche. La resistenza alla corrosione della parte centrale in alluminio dona inoltre al disco del freno un aspetto High-Tech che dura nel tempo. Il peso ridotto del disco del freno in due pezzi rispetto a quello completamente in ghisa riduce le masse non sospese migliorando non solo il confort di guida e la maneggevolezza del veicolo, ma anche i consumi di carburante. Per garantire un montaggio comodo, TRW confeziona i suoi dischi freno con carta rivestita in VCI (inibitore volatile della corrosione). Da un lato non sono più necessarie le complesse operazioni di sgrassatura del disco prima del montaggio e, dall’altro, le molecole VCI proteggono il prodotto da reazioni elettrochimiche grazie alla loro polarità. I codici articolo con le relative applicazioni si trovano nelle Informazioni sul prodotto XZI104.

Con il lancio del disco freno semi compound, TRW fornisce un ulteriore e decisivo contributo alla sicurezza passiva dei nostri veicoli.

Anche se l’attenzione dell’automobilista è oggi rivolta più ai propulsori ibridi, ai fari a LED o ai cruscotti digitali, sono proprio i componenti all’apparenza più semplici che risultano determinanti per la sicurezza dei passeggeri nelle situazioni di pericolo! Tra questi componenti rientra anche il disco freno.

I requisiti necessari per il disco freno crescono incessantemente. Il motivo è dovuto al fatto che sulle strade circolano auto sempre più potenti e veloci che nel corso degli ultimi decenni – a causa del continuo aumento delle funzioni di sicurezza e comfort – sono anche diventate più pesanti. Al giorno d’oggi occorre gestire e controllare energie di frenata estremamente più alte. Un parametro fondamentale è rappresentato da una gestione termica intelligente, perché un surriscaldamento del disco freno comporta una riduzione delle prestazioni dell’impianto frenante o addirittura un guasto totale. Per evitarlo, TRW impiega diversi metodi per ottenere una dissipazione mirata del calore, importante per impedire che il calore venga trasmesso ad altri componenti o al liquido dei freni. Per garantire il raffreddamento del materiale dopo una frenata, la distanza tra pastiglia e disco (il cosiddetto gioco del freno) deve sempre essere costante. A garantirlo sono tolleranze speciali e molto severe che devono essere rispettate durante la produzione dei dischi, grazie alle quali alla frenata successiva si ottiene di nuovo un’ottima risposta e la massima performance.

Per ampliare la propria gamma di prodotti, da oggi TRW aggiunge al suo programma dischi freno in due parti (semi compound disc), arricchendo così ulteriormente la sua vasta offerta di prodotti per il freno a disco.

Nella fase di lancio saranno inizialmente disponibili 24 riferimenti per vari modelli BMW. Il disco freno in due parti è formato da una parte centrale concava d’alluminio che tramite speciali spinotti d’acciaio è collegata all’anello di attrito in ghisa. Questa speciale combinazione permette una libera dilatazione termica, evitando che il disco freno si deformi a causa delle sollecitazioni termiche. La resistenza alla corrosione della parte centrale in alluminio dona inoltre al disco del freno un aspetto High-Tech che dura nel tempo. Il peso ridotto del disco del freno in due pezzi rispetto a quello completamente in ghisa riduce le masse non sospese migliorando non solo il confort di guida e la maneggevolezza del veicolo, ma anche i consumi di carburante. Per garantire un montaggio comodo, TRW confeziona i suoi dischi freno con carta rivestita in VCI (inibitore volatile della corrosione). Da un lato non sono più necessarie le complesse operazioni di sgrassatura del disco prima del montaggio e, dall’altro, le molecole VCI proteggono il prodotto da reazioni elettrochimiche grazie alla loro polarità. I codici articolo con le relative applicazioni si trovano nelle Informazioni sul prodotto XZI104.

Con il lancio del disco freno semi compound, TRW fornisce un ulteriore e decisivo contributo alla sicurezza passiva dei nostri veicoli.

ARTICOLI CORRELATI